Home Anagrafe e Stato Civile

Cambio di Residenza in tempo reale

 

CAMBIO DI RESIDENZA IN TEMPO REALE DAL 09.05.2012 

L'art. 5 del decreto-legge 9 febbraio 2012, n.5, convertito in legge 4 aprile 2012, n. 35, introduce nuove disposizioni in materia anagrafica, riguardanti le modalità con le quali effettuare le dichiarazioni anagrafiche di cui all'art. 13, comma 1, lett. a), b) e c) del decretodel Presidente della Repubblica 30 maggio 1989, n. 223; ovvero: 

- ISCRIZIONE ANAGRAFICA CON PROVENIENZA DA ALTRO COMUNE 

- ISCRIZIONE ANAGRAFICA CON PROVENIENZA DALL'ESTERO  

- CAMBIO DI ABITAZIONE ALL'INTERNO DEL COMUNE  

- EMIGRAZIONE ALL'ESTERO   

I cittadini potranno presentare le dichiarazioni anagrafiche redatte su modulistica ministeriale, debitamente compilata e sottoscritta e  corredata della documentazione indicata dal Ministero stesso, tramite:

- personalmente presso gli uffici comunali per richiedere l’iscrizione o la variazione anagrafica nei seguenti orari:

 

Giovedì dalle ore 9.00  alle ore 12.30  – dalle ore 14.00 alle ore 17.00  

-  per posta raccomandata al COMUNE DI MASSELLO – B.ta Roberso 1  10060 MASSELLO TO

-  per fax al 0121/808834 

- per posta certificata al seguente indirizzo Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.  

Quest’ultima possibilità è consentita ad una delle seguenti condizioni: 

a) che la dichiarazione sia sottoscritta con firma digitale; 

b) che l'autore sia identificato dal sistema informatico con l'uso della Carta d'identità elettronica, della carta nazionale dei servizi, o comunque con strumenti che consentano l'individuazione del soggetto che effettua la dichiarazione; 

c) che la dichiarazione sia trasmessa attraverso la casella di posta elettronica certificata del dichiarante;

d) che la copia della dichiarazione recante la firma autografa e la copia del documento d'identità del dichiarante siano acquisite mediante scanner e trasmesse tramite posta elettronica semplice.  

Alla dichiarazione deve essere allegata copia del documento d'identità del richiedente e delle persone che trasferiscono la residenza unitamente al richiedente che, se maggiorenni, devono sottoscrivere il modulo.   

Si precisa altresì che, nel caso in cui l’interessato richieda la residenza o il trasferimento di indirizzo in un’abitazione dove è già presente una famiglia occorrerrà anche la firma per accettazione di colui o colei che già occupano l’alloggio in questione, con allegato il documento di identità.

 

 MODULISTICA

 1) DICHIARAZIONE DI RESIDENZA  

 2) ALLEGATO A)  PER CITTADINI DI STATI NON APPARTENENTI ALL’UNIONE EUROPEA  

 3) ALLEGATO B)  PER CITTADINI DI STATI APPARTENENTI ALL’UNIONE EUROPEA   (*)  

 4) DICHIARAZIONE DI TRASFERIMENTO ALL’ESTERO 

LE RICHIESTE PRIVE DI INFORMAZIONI ESSENZIALISONO IRRICEVIBILI 

Qualora nella domanda non sia stato specificatamente indicato il domicilio eletto (indirizzo per le risposte) e qualora dalla medesima non si evincano elementi validi (es.: PEC, email, telefono, indirizzo, fax personale) tali da non essere possibile inviare il preavviso di rigetto, sin d’ora l’Amministrazione si ritiene sollevata da tale incombenza per evidente impossibilità.  

CONSEGUENZE IN CASO DI DICHIARAZIONI MENDACI  

I commi 4 e 5 dell'art. 5 del decreto-legge in esame disciplinano la fase successiva alla registrazione delle dichiarazioni rese, ovvero quella che attiene all' accertamento dei requisiti previsti per l'iscrizione anagrafica o per la registrazione dei cambiamenti di abitazione, nonché agli effetti derivanti dagli eventuali esiti negativi di tali accertamenti. 

In particolare, il citato comma 4 prevede che in caso di dichiarazioni non corrispondenti al vero si applicano gli articoli 75 e 76 del D.P.R. n. 445/2000, i quali dispongono rispettivamente la decadenza dai benefici acquisiti per effetto della dichiarazione, nonché il rilievo penale della dichiarazione mendace. Il comma 4 ribadisce inoltre quanto già previstodal1'art. 19, c. 3, del D.P.R. n. 223/1989, in merito alla segnalazione alle autorità di pubblica sicurezza delle discordanzetra le dichiarazioni rese dagli interessati e gli esiti degli accertamenti esperiti.

Inoltre, la norma prescrive, in caso di non rispondenza della dimora abituale, il ripristino delle registrazioni anagrafiche antecedenti alla data della dichiarazione resa. 

_____________________________________________________________________________________ 

(*) Paesi membri dell'Unione Europea:

Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Repubblica ceca, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Regno Unito,  romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia, Ungheria.

Traduttore automatico

English French Italian

Calcolo IUC 2017

banner calcoloiuc

Galleria Fotografica

Ambiente

Link utili

Accessibilità

Area riservata